Reset contatore tamburo Brother DCP-7065DN

Posted: 13th gennaio 2014 by thehouseofdeth in Hardware

Ecco un tutorial per resettare il contatore del tamburo della multifunzione Brother DCP-7065DN

Livello difficoltà : Basso

Al fine di resettare il contatore del tamburo bisogna seguire queste semplici istruzioni:

  1. Acquistare un tamburo di ricambio;
  2. A stampante accessa, estrarre tutto il gruppo tamburo;
  3. Estrarre il toner dal gruppo tamburo;
  4. Inserire il toner nel nuovo gruppo tamburo;
  5. Premere il tasto cancella sulla stampante, comparirà la scritta: “Vuoi Sostituire il tamburo?”;
  6. Premere la freccetta verso l’alto, che indica Si;
  7. Attendere il messagio della stampante: “Accettato”;
  8. Inserire il nuovo gruppo;
  9. Verificare la buona riuscita della procedura: Premere menù->Info->Vita tamburo (Se l’operazione è andata a buon fine sarà 100%);
  10. La stampante è pronta all’utilizzo.

Saluti alla prossima guida.

Negozio Ebay

Posted: 3rd giugno 2013 by thehouseofdeth in News

Da oggi The House Of Deth anche su ebay con tanti pezzi di ricambio per i vostri PC e il prezzo lo fate voi!!!

Negozio Ebay

Aumentare la durata del toner della stampante Samsung ML1860

Posted: 30th maggio 2012 by thehouseofdeth in Hardware

Ecco un tutorialche permette di modificare la stampante laser Samsung ml1860 in modo da sfruttare tutto il toner all’interno.

Livello difficoltà : Medio

Materiale necessario:

Spegnamo la stampante, rimuoviamo il toner, mediante il nastro isolante “oscuriamo” il chip del toner, reinseriamo il toner e accendiamo. Si illuminerà il led rosso tutto normale.

Avviamo usbprns3en2 (che trovate nel rar allegato), copiamo il numero seriale della nostra stampante.

Rinominiamo il file “ml-1860″ con il seriale appena copiato, clicchiamo sui tre puntini del programma.

Ora selezioniamo il modello di stampante dall’elenco a sinistra (Samsung ML-1860), e clicchiamo su check-it!

Il programma ci restituirà il seguente messaggio ignoriamo il failed finale.

Siamo pronti per flashare la stampante, premiamo Fix It!

Attendiamo, sentiremo la stampante ripartire e la spia da rossa passerà a verde, da ora sarà possibile stampare fino all’esaurimento del toner.

Saluti e alla prossima guida

Ecco un tutorial per rimuovere i diodi zener dall’HD Maxtor 6V160E0. Capita che gli hd non si accendono più, non si sente più il classico rumore di rotazione degli hd, ciò può essere dovuto a molti problemi tra cui da i due diodi zener posti sulla +5V e sulla +12V dell’hd. I diodi zener presenti sull’hd proteggono contro le sovratensioni e le inversioni di polarità, la rimozione di tali componenti lascia l’hd esposto ai precedenti rischi. Normalmente questi diodi vengono rimossi per far ripartire l’hd e recuperare i dati. Si consiglia la sostituzioni dei diodi al posto della rimozione.

Livello difficoltà : Alto

Materiale necessario:

  • Diodi zener in SMD

Utensili necessari:

  • Pinzetta
  • Saldatore
  • Stagno

Scollegare l’hd e rimuoverlo dal pc.

Individuare il connettore di alimentazione.

Individuiamo e rimuoviamo le vitiche tengono il PCB (scheda elettronica dell’hard disk).

Una volta rimossa la scheda individuiamo i due diodi zener segnalati dalle sigle CR202 e CR204.

Riscaldare un estremo del componente e mediante la pinzetta alzare lateralmente il componente, riscaldare l’altro lato del componente e rimuoverlo, sempre mediante la pinzetta; rimuovere entrambi i diodi.

Rimontare la scheda pcb e ricollegare l’hd e testare il suo funzionamento.

Saluti e alla prossima guida

In questa guida spiegheremo come sostituire la batteria del gruppo di continuità MICRODOWELL hibox, il procedimento è analogo per tutti i gruppi di continuità della stessa serie.

Livello difficoltà :  Basso

Materiale necessario:

  • Batteria di ricambio

Utensili necessari:

  • Cacciavite a croce (americano)

Ecco il nostro gruppo di continuità.

Spegniamo e stacchiamo tutti i cavi dal nostro gruppo di continuità, giriamolo a testa sotto e svitiamo con il cacciavite a croce (americano) le 2 viti che sostengono il coperchio del vano batteria.

Una volta svitate le viti rimuoviamo il coperchio del vano batteria.

Estraiamo la batteria facendola scivolare verso l’esterno, scolleghiamola dal resto del circuito, tirando via i due cavi (rosso-nero), è opportuno non far toccare i due cavi.

Rimuoviamo la batteria dall’alloggio.

Individuiamo il voltaggio e l’amperaggio della batteria

Al fine di ottenere più autonomia possiamo sostituire questa batteria con una con più AH, misurando le dimensioni del vano batteria e assicurandoci che ci entri.

IMPORTANTE! Bisogna sostituire la batteria con una di pari voltaggio ovvero 12V, in caso di dubbi portate la batteria dal vostro negoziante sarà lui ad indirzzarvi.

Saluti e alla prossima guida

 

 

Sostituzione batteria gruppo continuità TRUST PW-4050T

Posted: 28th luglio 2011 by thehouseofdeth in Hardware

In questa guida spiegheremo come sostituire la batteria del gruppo di continuità TRUST PW-4050T, il procedimento è analogo per tutti i gruppi di continuità della stessa serie.

Livello difficoltà :  Basso

Materiale necessario:

  • Batteria di ricambio

Utensili necessari:

  • Cacciavite a croce (americano)

Spegniamo e stacchiamo tutti i cavi dal nostro gruppo di continuità, giriamolo a testa sotto e svitiamo con il cacciavite a croce (americano) le 4 viti della base.

Una volta svitate le viti rimuoviamo il coperchio superiore, prestando molta attenzione ai cavi e a non toccare la componentistica elettronica.

Individuata la batteria, scolleghiamola dal resto del circuito, tirando via i due cavi (rosso-nero), è opportuno non far toccare i due cavi.

Rimuoviamo la batteria dall’alloggio, in alcuni modelli successivi la batteria è ancorata mediante una placca e delle viti al pezzo inferiore, quindi si dovranno prima rimuovere le viti e successivamente la placca.

Individuiamo il voltaggio e l’amperaggio della batteria

Al fine di ottenere più autonomia possiamo sostituire questa batteria con una con più AH, misurando le dimensioni del vano batteria e assicurandoci che ci entri.

IMPORTANTE! Bisogna sostituire la batteria con una di pari voltaggio ovvero 12V, in caso di dubbi portate la batteria dal vostro negoziante sarà lui ad indirzzarvi.

Saluti e alla prossima guida

 

 

Reset delle cartuccie compatibili

Posted: 3rd luglio 2011 by thehouseofdeth in Hardware
Tags: , ,

In questa guida spiegheremo come aumentare la durata delle cartucce compatibili per le stampanti.

Livello difficoltà :  Basso

Materiale necessario:

  • Resetter cartucce

Capità spesso che le cartucce compatibili finiscano, e all’interno sia ancora presente dell’inchiostro inutilizzato, rilevabile dallo scuotimento della stessa cartuccia. Per ovviare a questo problema basta acquistare un resetter, reperibile su ebay con una spesa dell’ordine dei 5-10€ comprese spese di spedizione.

Il resetter permette di azzerare il chip della cartuccia, ingannando la stampante facendogli credere che la cartuccia inserita sia piena.

L’utilizzo è semplicissimo basta rimuovere la cartuccia dalla stampante e avvicinarla al resetter

Schiacciarla contro i pin di esso e attendere che il led rosso smetta di lampeggiare e diventi verde fisso

Una volta verde basta re-inserire la cartuccia nella stampante e re-iniziare a stampare

Il resetter da me utilizzato è il YXD268-II, reperito su ebay, permette di resettare i chip della cartucce per le stampanti EPSON.

Nel mio caso il resetter è stato testato su chip per le cartucce delle stampanti EPSON SX 200 e per la serie dx4000.

Saluti e alla prossima guida.

In questa guida spiegheremo come smontare e pulire la ventola del netbook ASUS EEE PC 4G, che spesso è causa di fastidiosi rumori e di conseguente surriscaldamento del netbook.

Livello difficoltà :  Basso

Materiale necessario:

  • Cotton fioc

Utensili necessari:

  • Cacciavite a croce (americano)

Smontiamo il case del netbook, per far ciò vi rimando a questa guida Smontaggio case ASUS EEE PC 4G.

Rimuoviamo il connettore della ventola, tirandolo delicatamente

Solleviamo la piastra madre dai bordi, facendo molta attenzione a tutte le porte poste ai lati che potrebbero impedire i movimenti della scheda madre.

Teniamo sollevata la scheda madre e svitiamo le 3 viti che tengono la ventola ancora al case inferiore

Rimuoviamo la ventola e puliamo il case inferiore con un panno imbevuto leggermente

Puliamo la ventola, con un cotton fioc, aletta per aletta

Puliamo per bene anche i laterali della ventola

Rimontiamo il tutto, grazie e alla prossima guida.

Smontaggio case Asus EEE PC 4G

Posted: 26th giugno 2011 by thehouseofdeth in Hardware
Tags: , , , ,

In questa guida spiegheremo come smontare il case del netbook ASUS EEE PC 4G

Livello difficoltà :  Basso

Utensili necessari:

  • Cacciavite a taglio (italiano)
  • Cacciavite a croce (americano)

Giriamo il netbook, iniziamo a togliere le viti, mediante il cacciavite a croce, del pannello di accesso alle RAM, successivamente rimuoviamo il pannello.

Rimuoviamo le restanti viti inferiormente, sempre con il cacciavite a croce

Ora rimuoviamo la batteria e la ram facendo leggermente leva sulle due linguette indicate nell’immagine successiva e alzando leggermente il banco di ram verso l’alto

Il netbook si presenterà nel seguente modo

Giriamo nuovamente il netbook e procediamo con la rimozione della tastiera facendo leva con il cacciavite a taglio sui tre agganci posti superiormente

Rimuoviamo il connettore della tastiera spostando delicatamente, mediante il cacciavite a taglio, verso l’alto le due linguette nere che si trovano agli estremi del cavo (flat cable) della tastiera

Rimuoviamo la tastiera e svitiamo le vite della parte superiore con il cacciavite a croce

Facendo leva delicatamente con il cacciavite italiano nella linea di giunzione delle due parti del case del netbook, rimuoviamo la parte superiore. Prestate partiolarmente attenzione ai jack cuffia e microfono e alla porta LAN che tendono ad incastrarsi nel case impedendo l’uscita dello stesso. Il netbook quindi si presenterà così

Ed ecco il vostro netbook smontato, saluti e alla prossima guida.

Ecco un tutorial che spiega come sostituire i condensatori di stabilizzazione di una scheda madre.

Livello difficoltà :  Alto

Materiale necessario:

  • Condensatori da sostituire a quelli presenti sulla scheda madre

Utensili necessari:

  • Saldatore
  • Stagno
  • Succhiastagno
  • Ago ipodermico

Smontiamo la scheda madre, rimuoviamo processore, ram, scheda video e quant’altro vi sia collegato, individuiamo i condensatori.

Come possiamo notare questi condensatori sono gonfi in sommità, ciò indica il loro danneggiamento.

Giriamo la scheda madre e individuiamo i pin corrispondenti ai condensatori da sostituire, riscaldiamo con il saldatore le saldature e rimuoviamo lo stagno mediante il succhiastagno.

Rimuoviamo i vecchi condensatori.

Puliamo i fori dei pin dei condensatori con l’ago ipodermico, riscaldando la piazzola e inserendo l’ago nel foro.

Montiamo i condensatori e risaldiamo il tutto.

Rimontiamo tutto, e verifichiamo se la nostra modifica ha avuto successo.

I condensatori danneggiati sono sinonimo di malfunzionamento dell’alimentatore, quindi consiglio di sostituire l’alimentatore prima di procedere con il test della piastra madre riparata.

Saluti e alla prossima guida